sitcom

Modern Family : la dignitosa magia della comicità

Cosa dire… una delle sitcom più belle di tutti i tempi!

Breve accenno alla trama

Il capostipite, Jay, è un uomo forte, forgiato dal duro lavoro e da un’educazione rigida e antiquata con la quale deve spesso fare i conti.
Jay è sposato in seconde nozze con Gloria, una stoica Colombiana, molto fiera delle sue origini. Anche se decisamente più giovane del marito, sembra che per lei non abbia alcuna importanza.
Gloria è la madre di Manny un bizzarro bambino sensibile, ma estremamente sicuro di sé.

Il figlio maggiore di Jay, Mitchell, è ansioso e controllato, sempre in lotta con le sue insicurezze.
Cameron, marito di Mitchell, è un campagnolo meravigliosamente ingombrante, fiero della propria omosessualità. Nonostante sia decisamente sopra le righe non risulta mai macchiettistico, il che è un vero successo. 
Mitchell e Cameron hanno adottato un’adorabile bimba vietnamita di nome Lily che diventerà una ragazzina indipendente e coscienziosa.

La sorella di Mitchell, Claire, nevrotica e maniaca del controllo, è sposata con Phil, iperattivo e scanzonato.
La coppia ha tre figli, Haley, superficiale e vanesia, Alex, intelligente e seria, e Luke, un’adorabile idiota.

il mio punto di vista

Riesce a divertire senza mai essere volgare. La raffinatezza dei personaggi e delle loro storie è inimitabile. Strutturata come un falso documentario, ci fa conosce da subito i personaggi, mettendone in risalto il carattere e il loro ruolo definito all’interno di questa grande famiglia.  E chi non ne vorrebbe una così, piena di colore e di personaggi unici. Tra risate e commozione mi sorprende sempre la naturalezza e la leggerezza con cui siano riusciti a trattare temi complessi e difficili. E poi diciamolo le loro disavventure sono davvero spassose.

Una delle migliori puntate di questa sitcom è “Equivoci”, della sesta stagione. E’ girata interamente sul Macbook di Clarie, che tramite Messaggi e FaceTime contatta tutta la famiglia per sbrogliare un mistero. Magistrale l’utilizzo di uno strumento del quotidiano per dimostrare come la comunicazione sia cambiata nell’era digitale.
In tutti questi anni non mi sono mai stancata delle loro storie ed ho sempre atteso con ansia una nuova stagione. La qualità non è mai calata nonostante la difficoltà di avere a che fare con dei bambini. Infatti, dopo undici stagioni, sono ormai adulti, ma risultano comunque inseriti perfettamente nell’arco narrativo, senza che abbiano perso la loro identità.

La fine di questa serie è un po’ la fine di un’era che ha portato questo mondo ad un livello decisamente più alto.

Questa sitcom è disponibile sul servizio Prime Video o su Sky

Con questo link potrete accedere al mese di prova gratuito di Prime Video. Un servizio che per ora conviene davvero. Con un costo annuale di 36euro (3euro al mese) avrete accesso a Prime Video, con il suo ricco catalogo, ed alle consegne rapide su Amazon. Un affare. Lo avete già… meglio così…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *